Come scegliere una nicchia di e-commerce

C’è ancora spazio per i nuovi rivenditori di eCommerce. Secondo Statista, il commercio elettronico è un’industria da $ 1,2 trilioni. Iniziare con l’eCommerce significa scegliere una nicchia di cui puoi essere appassionato, ma che ha anche la possibilità di realizzare un profitto. È importante selezionare una nicchia in modo da sapere a quali clienti rivolgersi.


Ci sono migliaia di prodotti disponibili che puoi vendere online. I nuovi imprenditori a volte hanno difficoltà a sapere da dove iniziare nel processo di selezione.

Seleziona la nicchia e-commerce corretta

Guarda la domanda del mercato

Un modo per scegliere una nicchia di e-commerce è vedere la domanda del mercato per quel prodotto. Diciamo che trovi un prodotto che ritieni interessante e unico. Esistono alcuni modi per determinare se potrebbe essere necessario quel prodotto.

Esistono alcuni tipi di prodotti di base che puoi vendere. Tendono a rientrare in queste categorie:

  • Ebook e manuali
  • Prodotti che risolvono un problema
  • Prodotti di consumo (si tratta di articoli che le persone utilizzano e devono riempire)
  • Novità

Dopo aver scelto un articolo da una di queste categorie, ti consigliamo di verificare se il prodotto corrisponde a qualsiasi argomenti di tendenza su Google.

Google Trends

Dai un’occhiata agli argomenti di tendenza su Google e vedi se i prodotti che stai prendendo in considerazione corrispondono a uno di questi argomenti.
Ad esempio, le prime due ricerche di tendenza su Google per il 14 dicembre 2015 sono state:

  • Kim Kardashian
  • Justin Bieber.

Il tuo prodotto può legarsi a queste celebrità o alla musica in qualche modo? In caso contrario, vai avanti con le tendenze, vedendo se qualcosa soddisfa un interesse che le persone attualmente hanno.

Tendenze sui social media

Secondo il Pew Research Center, Il 65% degli adulti ora utilizza i social network. Seguire ciò che è di tendenza su siti come Twitter e Facebook può anche dirti molto sulle esigenze insoddisfatte e sugli interessi dei lead online.
Ad esempio, alcuni argomenti di tendenza su Twitter a dicembre sono stati:

  • Patriots
  • Natale
  • Centro sportivo

Oltre ad accedere a Twitter e guardare solo nella barra laterale di sinistra per vedere cosa è di tendenza, è possibile utilizzare siti come Trendsmap per scomporre ciò di cui parlano persone in diverse aree del mondo.

Su Facebook, scoprire gli argomenti di tendenza è facile come accedere al tuo account e cercare nella barra laterale destra della tua home page. I primi tre argomenti verranno visualizzati e puoi visualizzarne altri facendo clic sulla freccia giù. Ad esempio, questi argomenti erano di tendenza il 14 dicembre 2015:

  • Bilancio dell’anno
  • Elezioni presidenziali
  • Mariti Instagram

Sebbene gli argomenti siano ampi, potrebbero darti un’idea di ciò che le persone sono attualmente interessate e quindi un buon posto per iniziare il brainstorming su un prodotto che potresti voler vendere online.

I più venduti

Anche se non vuoi copiare ciò che fanno gli altri, puoi avere una buona idea dei tipi di prodotti che le persone acquistano cercando negli elenchi dei bestseller.

  • Amazon è una delle principali piattaforme di e-commerce in tutto il mondo. Vai su Amazon.com, fai clic su Categorie e scegline uno. Ora vai nella parte superiore della pagina della categoria e fai clic sulla scheda che dice “I migliori venditori” per vedere quali sono i prodotti più in voga.
  • Ebay è un altro posto dove cercare prodotti di tendenza. Vai su Ebay.com, passa con il mouse sopra la scheda “Oggi”, quindi fai clic su “Collezione di tendenza di oggi”. Ti mostrerà gli articoli che stanno andando bene al momento.
  • Se stai pensando di vendere prodotti artigianali o artigianali, Etsy è un buon posto per vedere cosa sta facendo bene e cosa no. Vai su https://www.etsy.com/market/best_selling_items direttamente per scoprire cosa fa caldo oggi.

Qual è la concorrenza?

Mentre sei su questi siti a fare ricerche, prenditi il ​​tempo per studiare la tua competizione. Se fai clic su un nome utente su uno di questi siti, puoi visualizzare l’inventario completo dei prodotti offerti dal venditore.

Ad esempio, supponiamo che noti che un’altra persona sta vendendo un prodotto nel tuo breve elenco di articoli da vendere. Vediamo solo che è una canna da pesca e mulinello. Fai clic sul nome di quell’utente e vedi che vende anche accessori come lenza e esche. Forse vende anche scatole per attrezzatura, prendendo di mira lo stesso gruppo.

Puoi imparare molto studiando cosa sta facendo la tua competizione. Puoi sapere dove pubblicizzare e anche quali altri prodotti potresti vendere.

Scopri la tua nicchia scelta

Una volta che hai in mente un prodotto o due, puoi impostare la tua nicchia. Usiamo l’esempio sopra e diciamo che hai scelto le forniture per la pesca come area di nicchia.

Prossimi passi

Dopo aver scelto una nicchia, quali sono i tuoi prossimi passi?

  • Quali prodotti sono disponibili? Solo perché ti piace un prodotto non significa che sarai in grado di trovare un posto per ordinarlo rapidamente e tenerlo in magazzino. Devi anche esaminare il costo e se puoi vendere l’articolo a un prezzo comparabile ad altri rivenditori online.
  • Quali prodotti hanno il maggior margine di profitto? Un modo per restringere l’elenco dei possibili articoli da vendere è quello di vedere a quale prezzo è possibile acquistarli, a quale prezzo sono prontamente disponibili online e qual è il margine di profitto complessivo. Maggiore è il margine di profitto, migliore sarà il tuo business in teoria.
  • Il fornitore offre opzioni di drop shipping? Se l’articolo è di grandi dimensioni, questo può farti risparmiare perché, invece di spedirlo e di spedirlo all’acquirente, salti un passaggio nel processo di affrancatura, riducendo così i costi.
  • C’è uno sconto se acquisti in blocco? Se si è certi, è possibile vendere l’articolo, l’acquisto in blocco può ridurre i costi di produzione. In genere, più articoli puoi acquistare in una sola volta, migliore sarà il prezzo che otterrai per quel prodotto.

Considerazioni stagionali

Il prodotto è quello che vende meglio in determinati periodi dell’anno rispetto ad altre volte? Un esempio sono i brutti maglioni natalizi. Venderanno meglio tra novembre e gennaio. Il resto dell’anno, le vendite crolleranno.

Se prevedi di vendere un articolo stagionale, disponi di un piano di backup per ciò che venderai durante i tuoi mesi lenti o come aumenterai durante le vendite stagionali del prossimo anno.

Puoi avere dietro questo prodotto?

Prima di prendere la decisione finale di vendere un prodotto, chiediti se è qualcosa che puoi ottenere. Pensi che aggiunga valore alla vita degli altri? In caso contrario, sarà difficile venderlo quando devi lanciare il prodotto.

Potenziale per il prodotto per aggiungere valore

Credi che il prodotto sia ben fatto e abbia un buon rapporto qualità-prezzo? Pensi che renda la vita migliore dei tuoi clienti, anche se solo in piccola parte?

Usi tu stesso il prodotto? Le testimonianze personali sono potenti. Un esempio di ciò sono i rappresentanti di aziende MLM come gli oli essenziali di Young Living. Usano gli oli stessi e giurano per loro. Questa passione traspare e altri vogliono provare il prodotto. Se desideri vendere un prodotto, devi assicurarti di essere disposto a usarlo tu stesso e capire come funziona e perché è il migliore dei potenziali prodotti là fuori.

Secondo Rivista per imprenditori, le testimonianze funzionano perché:

  • Crea fiducia
  • Non sono spam
  • Aiuta a superare i dubbi

Potenziale per vendite ripetute

È il prodotto che le persone riordineranno o è un prodotto che acquistano una volta e mai più?
Prodotti che le persone acquistano una volta:

  • Cassetta degli attrezzi costosa
  • Novità
  • Gadget

Prodotti che le persone ordinano più e più volte:

  • Prodotti alimentari
  • Prodotti di bellezza
  • Capi di abbigliamento

Un prodotto che amano che può essere consumato o consumato è uno che probabilmente riordineranno. Tuttavia, non escludere necessariamente altri prodotti. È inoltre necessario verificare se esiste la possibilità per le persone di ordinare l’oggetto per altri membri della famiglia o regali.

Crescita e scalabilità

Se hai mai parlato con un investitore o guardato Shark Tank della NBC, probabilmente hai sentito la parola “scalabilità”. In poche parole, ciò significa solo se le vendite dell’articolo possono essere aumentate rapidamente o se si tratta di un prodotto che si stacca in mercati più grandi.

Un esempio di un prodotto che non si adatta bene potrebbe essere un servizio di parcheggio custodito rivolto a ristoranti locali di alto livello. Questo è un mercato in cui devi davvero avere un contatto per entrare in contatto con i ristoranti. C’è molta concorrenza. Non è facilmente trasferibile in altri mercati in cui potresti non avere gli stessi contatti. Vi è anche una forte concorrenza in altri mercati.

Un esempio di un prodotto che ha una buona scalabilità sarebbe un marsupio che risparmia sulla schiena della mamma. Forse il prodotto è attualmente venduto in alcune boutique locali. Tuttavia, con le giuste connessioni e lavoro, questo è un oggetto che potrebbe facilmente attrarre le masse di nuove mamme là fuori. Può essere venduto in più mercati in tutto il mondo e online.

È l’elemento che stai guardando scalabile?

  • Ha un fascino di massa?
  • Si tradurrebbe bene sia nelle vendite online che nelle vendite di mattoni e malta?
  • Hai la possibilità di cambiarlo, adattarlo, aggiungere prodotti simili ad esso?

Naturalmente, ci sono molti altri fattori che vanno a capire la scalabilità, ma questi sono gli elementi di base che dovrebbero aiutarti a decidere tra i prodotti che potresti prendere in considerazione.

Alla ricerca di fornitori

Una volta deciso su un prodotto, hai diverse scelte su come ottenerlo:

  • Crea il prodotto da solo (questo può influire sulla scalabilità in un secondo momento)
  • Paga qualcuno per fabbricare il prodotto per te
  • Trova un fornitore che sta già realizzando il prodotto e li abbia pronti per la vendita all’ingrosso

Fiere

Un modo per trovare fornitori è visitare le fiere all’interno della tua area di nicchia. Quindi, usiamo ancora quell’esempio di approvvigionamento di pesca. Parteciperesti a una fiera di attrezzature per la pesca all’ingrosso. Durante lo spettacolo, prendi appunti, fai domande e cerchi prodotti unici da vendere.

Dovresti raccogliere:

  • Informazioni di contatto
  • Capacità dell’azienda di evadere ordini di grandi dimensioni
  • Informazioni sul drop shipping

La maggior parte delle persone alle fiere sono venditori di terze parti. Se possibile, saltare i fornitori e ordinare direttamente da un’azienda per ridurre i costi. È qui che entra in gioco il commercio all’ingrosso.

Alla ricerca di grossisti

Individuare i grossisti può essere più impegnativo di quanto si pensi. Molti dei grossisti che compariranno nelle tue ricerche su Google non sono affatto grossisti. I loro prezzi non sono ad un livello che ti permetterà di realizzare un profitto ragionevole.

Shopify ha una bella lista di fornitori nazionali ed esteri. Questo è un buon punto di partenza, ma puoi anche acquistare alcuni prodotti e controllare la confezione per informazioni sul produttore. Contatta direttamente quei produttori via e-mail, posta ordinaria o telefono e informati sugli account all’ingrosso.

Quali sono i mercati per la tua nicchia?

Ora che hai scelto un prodotto e trovato una fornitura di quel prodotto prima di spendere soldi per ordinare lo spazio pubblicitario, dovresti assicurarti che ci siano mercati distinti per la tua nicchia.

Analizza dove puoi promuovere e vendere il tuo prodotto

Quando stavi studiando il prodotto e la tua concorrenza, probabilmente hai già creato un elenco di luoghi in cui la concorrenza stava vendendo e sai che puoi andare in punta di piedi con la concorrenza in quel mercato.

Ora, se vuoi eccellere oltre la concorrenza, devi trovare ulteriori. Pensa all’eCommerce come un’attività multi-forum:

  • Crea un sistema di carrello della spesa sul tuo sito web.
  • Avere una presenza sui social media.
  • Parla con altri proprietari di eCommerce sull’offerta di offerte speciali agli altri clienti in una newsletter.
  • E-mail agli utenti di carrelli della spesa abbandonati. Kissmetrics lo stima 54% degli acquirenti chi abbandona un carrello, ma viene offerto uno sconto, completerà la vendita. Questa forma di follow-up e sensibilizzazione è qualcosa che puoi facilmente automatizzare e fare un po ‘meglio della concorrenza.

Quale problema risolve il prodotto?

Una cosa che dovresti capire se non lo hai già è il problema che il prodotto risolve per le persone. Nel caso della canna da pesca e del mulinello, diciamo che quello per cui hai scelto di vendere per ora consente a un bassista di lanciare più lontano e con maggiore precisione rispetto a qualsiasi altro sul mercato.

Ora sai non solo a chi promuovere (bass pescatori), ma sai anche quali vantaggi offre la canna e il mulinello, quindi sai come promuovere quel demografico.

Come ti troveranno i clienti?

Puoi creare il sito web più bello che chiunque abbia mai visto, offrire sconti e fare tutte le cose giuste, ma se i clienti non sanno come trovarti, avrai sprecato i tuoi sforzi.

Oltre ad avere un sito Web, è necessario assicurarsi che il sito Web:

  • Si colloca bene nelle ricerche sui motori di ricerca
  • È mobile friendly. La stima stima che finita 70% dei clienti effettuare un acquisto su uno smartphone ad un certo punto. Le tue e-mail e il tuo sito web dovrebbero essere ottimizzati per i dispositivi mobili.
  • Ha collegamenti in entrata. Questi sono raggiunti quando vieni coinvolto nella community online per la tua nicchia.
  • Diventa un leader di pensiero. Quindi, ti uniresti ai forum per i pescatori di bassi. Tuttavia, fai attenzione a non essere spam. Non solo promuovere il tuo prodotto nei forum, ma offri consigli che hanno senso configurarti come autorità.
  • Aggiungi contenuti di valore. Ospitare un blog sul tuo sito Web è un’ottima idea. Ti consente di aggiungere argomenti utili a cui puoi indicare le persone come valore aggiunto (supponendo che il forum consenta collegamenti).

Dovrai anche utilizzare un po ‘di pubblicità intelligente sui social media, nelle newsletter indirizzate al tuo mercato demografico e persino distribuendo biglietti da visita che elencano l’indirizzo del tuo sito web quando incontri di persona il pescatore locale.

Riempimento dei buchi nel mercato che hai scelto

Ora che hai scelto la tua nicchia e hai iniziato a vendere il prodotto, probabilmente capisci molto meglio la nicchia scelta.

Guarda le domande che i tuoi utenti target pongono nei forum o sul tuo blog. Di cosa hanno bisogno che non vengano soddisfatti? Riesci a trovare o fare in modo che un prodotto risolva questo problema?

Trovare una nicchia di cui sei appassionato significa che inizierai a capire sempre di più sulle esigenze dei tuoi clienti che devono essere risolte. Scegliere la giusta nicchia significa che la tua azienda crescerà nel tempo man mano che aggiungi altri prodotti e scopri nuovi modi per promuoverli.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me